Che cos’è Adobe Creative Cloud?

Pacchetto Adobe Creative Cloud

Cos’è Adobe Creative Cloud? Per dare risposta a questa domanda bisogna viaggiare indietro nel tempo, precisamente sino ai primi degli anni novanta, quando al mondo fu annunciato per la prima volta quello che in futuro si rivelò essere uno dei software più innovativi, prestanti, potenti e avanzati del mondo, un software che rivoluziono per intero il mondo di concepire le cose, guardare il mondo e manipolarlo, il primo vero, grande, software di elaborazione grafica e fotografica che il mondo abbia mai conosciuto, Adobe Photoshop.

La nascita del software che rivoluzionò la storia.

Il 19 Febbraio del 1990, grazie all’ingegno di due giovani fotografi ed esperti di programmazione, Thomas e a Jonh Knoll, fu inventato, sulla base di parte di un altro software inventato 3 anni prima, la prima versione di quello che oggi è noto come il software che ha rivoluzionato il mondo delle arti visive e della fotografia, Photoshop, questo, grazie agli sforzi che i due giovani fecero per agevolare il lavoro del padre, uno stimato fotografo, e solo in seguito fu distribuito da Adobe, una delle Software house più influenti del pianeta, fondata da John Warnock e Charles Geschke, coloro i quali inventarono e svilupparono il linguaggio di stampa PostScript e i fonts informatici.

L’azienda

Adesso che abbiamo le basi possiamo meglio rispondere alla domanda “Che cos’è Adobe Creative Cloud?” e possiamo farlo coscienti che il messaggio possa esser ben recepito, basti saper che nell’arco degli anni, da quando fu fondata ad oggi “Adobe”, come azienda, acquisì oltre 50 aziende, inglobandole al suo interno, e portando la sua soglia d’investimento alle stelle.
Forse la più grande acquisizione segnata da Adobe fu quella del 2005, con l’acquisizione di Macromedia Internet software, per la cifra di oltre 3,5 miliardi di dollari.

La prima Suite, Adobe Creative Suite

Adobe, oggi vanta nel suo catalogo prodotti quelli che sono i migliori software di grafica, fotografia, video editing , computer grafica, Web CMS, Illustrazione e via discorrendo del mondo dell’informatica ed ha quindi pensato bene di rilegarli in un’unica suite, dando vita alla ACS, acronimo di Adobe Creative Suite, una raccolta di software ideata per la comunicazione visiva, il disegno, il fotoritocco, la manipolazione audio e video e per la realizzazione di pagine web, anche se all’inizio fu lanciata come idea per sondare il mercato, e fu rilasciata ufficialmente solo con la variante CS4, nel 2008 incorporando i seguenti software:

  • Photoshop CS
  • Illustrator CS
  • Acrobat Pro
  • InDesign CS
  • Fireworks CS
  • Contribute CS
  • Soundbooth CS
  • After Effects CS
  • Premiere Pro CS
  • Dreamweaver CS
  • Encore CS
  • Muse CS
  • Audition CS
  • Bridge CS
  • Flash CS
  •  

La nascita Adobe Creative Cloud

La stessa tecnica utilizzata per la suite in veste ACS, fu utilizzata da adobe per racchiudere i suoi software in un unica raccolta anche fino ai giorni nostri, ma evolvendosi i mezzi si evolvono anche le tecnologie, e per certo Adobe non resta a guardare, infatti si evolve con essa e partorisce nuovi prodotti, racchiudendoli anche stavolta in un’unica collezione, ma in modo differente, infatti, nel 2013, adobe, mette a disposizione di grafici e della grafica, dei fotografi e della fotografia, dei film maker e dei film , dei video e della realizzazione video in generale una sua nuova versione innovativa, ma stavolta eliminando il supporto fisico, eliminandolo del tutto, e lanciando il tutto sulla rete, all’interno del mondo virtuale dentro il quale ci naviga benissimo, sfornando l’Adobe Creative Cloud, dove l’utente finale non deve necessariamente acquistare i costosi software, ma può anche noleggiarli, acquistando un semplice e molto più economico pacchetto ad abbonamento mensile, fruibile da tutti e combattendo così il diffuso mondo della pirateria.

I prodotti disponibili nella Creative Cloud

Il catalogo si gonfia ulteriormente e lo fa a dismisura, aumentando la disponibilità, la tipologia e le opportunità per l’utente fruitore, e si arricchisce sempre di più, così componendosi:

  • Adobe Acrobat CC
  • Adobe Aero CC
  • Adobe After Effects CC
  • Adobe Animate CC
  • Adobe Audition CC
  • Adobe Bridge CC
  • Adobe Capture CC
  • Adobe Character Animator CC
  • Adobe Comp CC
  • Adobe Dimension CC
  • Adobe Dreamweaver CC
  • Adobe Fuse CC
  • Adobe Fresco CC
  • Adobe Illustrator CC
  • Adobe Illustrator Draw CC
  • Adobe InCopy CC
  • Adobe InDesign CC
  • Adobe Lightroom CC
  • Adobe Media Encoder CC
  • Adobe Muse CC
  • Adobe Photoshop CC
  • Adobe Camera Raw CC
  • Adobe Photoshop Camera CC
  • Adobe Photoshop Express CC
  • Adobe Photoshop Fix CC
  • Adobe Photoshop Mix CC
  • Adobe Photoshop Sketch CC
  • Adobe Prelude CC
  • Adobe Premiere Pro CC
  • Adobe Premiere Rush CC
  • Adobe Creative Cloud Express
  • Adobe Spark Page
  • Adobe Spark Post
  • Adobe Spark Video
  • Adobe XD
  • Substance
adobe creative cloud

Differenza tra Adobe Creative Cloud e Adobe Creative Suite

Le differenza principali che stanno a monte delle due raccolto o pacchetti software Adobe stanno nei suoi contenuti e nel suo modo di essere distribuite.

Adobe Creative Suite è stata (perchè oggi non più disponibile) un pacchetto Adobe con all’interno dei software indirizzati a tre settori:

  • Disegno grafico;
  • Sviluppo pagine web:
  • Realizzazione audio e video.
 
La suite veniva distribuita in quattro versioni differenti:
  • Design: nella sua versione standard e nella sua variante premium le cui applicazioni erano finalizzate all’elaborazione di immagini e grafica creativa;
  • Web: nella sua versione standard e nella sua variante premium con al suo interno software indirizzati alla creazione di siti web e portali e-commerce;
  • Production Premium: con al suo interno software per la gestione, la modifica e la creazione di file multimediali come filmati e musiche;
  • Master Collection: suite definitiva per utenti enthusiast con al suo interno tutti i software appartenenti alle tre versioni prima citate.

 

Adobe Creative Suite nella sua variante Ver.6, abbreviato in Adobe CS 6 è stata ufficialmente distribuita nel Maggio del 2012, l’anno seguente Adobe ha annunciato che non sarebbero state rilanciate successive versioni della nuova suite, ma che ci sarebbe stato un’evoluzione all’interno di tutti i software e nel modo di essere distribuiti al pubblico, che non sarebbe più avvenuta in modo fisico e per acquisto.

Quest’evoluzione si è trasformata in Adobe Creative Cloud, che ha portato con se importanti cambiamenti come la digitalizzazione totale e la distribuzione per mezzo di cloud eliminando così il supporto fisico, oltre al fatto che non solo possono essere acquistati con pacchetto sotto abbonamento annuale ma anche con pacchetti mensili facilitando così l’acquisto da parte degli utenti e abbattendo quanto più possibile i costi.

Ricordiamo che la Adobe Creative Suite è stata distribuita fin dal 2003 con la sua variante CS 1, nel 2005 sostituita da CS 2, nel 2007 da CS 3, nel 2008 da CS 4, nel 2010 da CS 5 e nel 2012 nella sua ultima versione CS 6