Che cos’è la sitemap e a cosa serve?

La Sitemap è un file, solitamente in formato XML, che racchiude tutti gli URL (le pagine), immagini, video e altri file all’interno del sito web.
Questo file, ovvero la Sitemap, agevola i motori di ricerca nello scansionare ed indicizzare una pagina di un sito internet.

La struttura di una Sitemap

All’interno del file .xml che andrà a costituire la Sitemap, saranno presenti:

  • Gli URL delle pagine del sito internet;
  • La data delle modifiche della pagina.

Perchè creare una sitemap?

Attraverso la Sitemap forniamo ai crawler dei motori di ricerca le informazioni necessarie al fine di scansionare e successivamente indicizzare le pagine più velocemente.

Come creare una sitemap?

Buona parte dei CMS in commercio, come ad esempio il CMS WordPress, mettono a disposizione dei plugin come Yoast SEO e RankMath, che permettono in maniera automatica la generazione della Sitemap.

Ad esempio con il plugin RankMath è possibile configurare la Sitemap attraverso la configurazione guidata durante la fase di installazione del modulo oppure è possibile configurare la Sitemap andando su RankMath e successivamente su Sitemap Settings.

Con il plugin Yoast SEO è possibile creare la Sitemap andando su SEO Funzionalità e successivamente XML Sitemaps.

In alternativa, nel caso in cui il sito web è creato ad hoc, quindi senza l’ausilio di un CMS, possiamo utilizzare software online come XML-Sitemaps.com per generare il file .xml della Sitemap oppure possiamo crearlo manualmente, vediamo come…

Creare manualmente la Sitemap di un sito internet
Innanzitutto per creare una Sitemap abbiamo bisogno di un un editor di testo, come ad esempio Visual Studio Code, successivamente basterà cliccare su File -> Nuovo file

Dichiarazione XML Sitemap

Tramite il codice sottostante, informiamo il motore di ricerca che sta per leggere un contenuto in XML.
Inoltre forniamo ai crawler lo Standard della Sitemap, spesso lo standard 0.9

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9" xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance" xsi:schemaLocation="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9 http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9/sitemap.xsd">

Struttura delle pagine all’interno della Sitemap

Tramite questo codice, informiamo il motore di ricerca l’URL della pagina da scansionare e la sua ultima modifica.

<url>
<loc>https://exceedsrl.com/</loc>
<lastmod>2022-01-11T15:17:25+03:00</lastmod>
</url>

Infine dobbiamo chiudere il contenitore degli URL mediante il seguente codice:

</urlset>

Esempio Sitemap XML completa:

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9" xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance" xsi:schemaLocation="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9 http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9/sitemap.xsd">

    <url>
    <loc>https://exceedsrl.com/</loc>
    <lastmod>2022-01-11T15:17:25+03:00</lastmod>
    </url>
</urlset>

Come comunicare la Sitemap ai motori di ricerca?

Dopo aver creato la Sitemap è possibile comunicarla al motore di ricerca attraverso la Google Search Console.
Per fare ciò basta accedere alla Search Console, dirigersi alla sezione Sitemap, inserire l’url del file ed infine cliccare il pulsante invia.

Perchè alcuni siti internet hanno più Sitemap?

Spesso, i siti web, al fine di facilitare il lavoro del motore di ricerca, dividono la Sitemap in più file, ad esempio una Sitemap per le pagine, una Sitemap per gli articoli, una Sitemap per le categorie, ecc…
In questo modo il motore di ricerca riuscirà a scansionare il sito internet più velocemente.