Netiquette

Tieni sempre conto della Netiquette

Il termine Netiquette è il neologismo che sta ad indicare, letteralmente, “Galateo di Internet”, e al suo interno va ad unire quelli che sono il termine Network di derivazione prettamente informatica con il quale si indicano le reti cablate e non ed il termine Etiquette, che tradotto in italiano significato letteralmente galateo, con il quale vengono indicate tutte quelle che possiamo definire regole di buon costume, identificabile anche con il sinonimo di bon ton.

Anche sulla rete quindi vi sono azioni, atteggiamenti, e comportamenti che possono risultare a dir poco fastidiosi e persino alcune volte irrispettosi del proprio pubblico o del nostro diretto interlocutore, alchè azioni e atteggiamenti totalmente da evitare.
Pena, il passare per ineducati.

Ad esempio, tra le tante buone norme da seguire vi è quella di rispondere in maniera quanto più celere possibile ad una mail ricevuta, come vi sono quelle norme che vanno a regolare la giusta lunghezza dei messaggi o il sostenuto invio di messaggi in chat al solo scopo di attirare l’attenzione, come allo stesso modo e del tutto sconsigliato l’invio di prolissi suoni onomatopeici infinitesimali, uno su tutti “ahahahahah”, allo stesso tempo è buona norma prima di inviare una domanda successiva alla prima già posta senza dar il giusto tempo al nostro interlocutore di darci una corretta risposta.

A tal proposito ci è d’obbligo ricordarvi quanto sia poco consono la scrittura o la digitazione di messaggi con caratteri interamente maiuscoli, e forse uno degli atteggiamenti comuni, e allo stesso tempo uno dei più fastidiosi, suscettibile di pronti rimproveri a nostro carico, tant’é che questa forma grammaticale sta proprio a simboleggiare la comunicazione URLATA, per cui risulta chiaro che nonostante si stia parlando di testo quindi comunicazione scritta e non verbale le regole impongono la stessa cautela, vien da se che a nessuno di noi piace dover ascoltare un interlocutore che durante un interscambio di opinioni ci urla contro.

Ciò nonostante, va però ricordato, che alcuni comportamenti, spesso, vengono assunti per negligenza, altre volte per arroganza, spesso anche per pura e semplice ignoranza.
Il web dei giorni d’oggi è un web interattivo, un web all’interno del quale avvengono continui scambi di opinioni, come dice il termine stesso un web interattivo, per cui interazioni, questo modo di offrirsi a noi fa sì che al contempo, nonostante l’immensa libertà che ci offre, debba contemplare delle regole, anche se per lo più comportamentali.

Lo spazio web all’interno del quale noi viviamo le nostre giornate è uno spazio condiviso con altre menti e per tanto è giusto dar loro il nostro rispetto, non bisogna mai nascondersi dietro uno schermo e non bisogna mai utilizzare la propria tastiera come se fosse un’arma, perchè questo è il mondo del web 2.0, dove noi tutti abbiamo libertà d’espressione, ma la mia libertà deve finire lì dove inizia la tua, come per ogni comunità.

Un’altra regola ormai poco diffusa, ma che in passato si è molto utilizzata arriva a noi direttamente dal mondo dei forum e dei blog dove con scarsa cura dell’apposito “tasto cerca” si faceva presto a postare il nostro quesito, per poi spesso leggere lo scomodo commento di rimprovero di un amministratore o dello stesso moderatore che con solerzia ci faceva notare quanto il nostro post sia stato già ampiamente discusso in un altro topic, infatti se noi tutti usassimo il tasto cerca potremmo ricevere le domande ai nostri quesiti (in quanto già affrontate in passato da qualcun altro) senza la necessità di ripetere o di affrontare migliaia e migliaia di volte le stesse problematiche, rendendo così il forum o il blog un posto noioso.

Dal passato ad oggi

La Netiquette si forma per etiche e norme di buon senso e uso dei servizi di rete fin dalla nascita del WWW stesso i cui principi fondamentali ci spingono tutti ad adattarci ad essa per un coeso vivere.
Qui di seguito a tal proposito vi andremo ad elencare quelle che secondo noi sono le più idonee regole comportamentali da seguire all’interno del vasto mondo del web 2.0:

  • Se si invia un messaggio è buona norma che esso sia quanto più sintetico possibile e che descriva in modo chiaro e diretto il problema;
  • Non scrivere in maiuscolo all’interno di un unico intero messaggio poichè ciò vorrebbe dire urlare;
  • Non divagare, in gergo tecnico andare in off-topic;
  • Se si risponde ad un messaggio e buona norma citarlo o quotarlo in modo che i tuoi interlocutori possano sistematicamente comprendere con rapidità a quale messaggio si è risposto;
  • Non indire e non condurre guerre opinionistiche, ovvero affrontare sul web delle vere e proprie guerre formate da messaggi per cui torniamo a dire non usare la tastiera come se essa fosse un’arma;
  • Non divulgare messaggi privati scambiati con un interlocutore senza il suo esplicito permesso (per messaggi privati si intendono PM, SMS, messaggi su messenger, messaggi di chat, WhatsApp, chat telegram…);
  • Non alimentare flame, il che detto in parole comprensibili ai molti non pubblicare post o messaggi con il solo scopo di scatenare diatribe.


Regole scritte e tutelate dalla legge

Vien da se che quelle che abbiamo in precedenza elencate sono delle semplici regole di buon senso, regole di pura civiltà, non per forza grazie alle quali si rischia il penale, ma oltre a queste vi sono anche altre regole gestite al livello legale, ve ne elenchiamo un paio:

  • Non inviare software a pagamento tramite compenso e non essendo questi spesso coperti da vincoli o brevetti di varia natura, genere e titolo, equivale ad un furto;
  • Non cercare e non violare le regole sulla sicurezza di archivi presenti in rete, non solo non è un buon comportamento dettato dalle norme di Netiquette ma è anche un crimine;
  • Non violare in alcun modo la privacy di altri utenti leggendo o intercettando la loro posta elettronica, violando i loro profili personali, leggendo i messaggi privati a loro rivolti;
  • Non cercare di compromettere il funzionamento della rete che stai utilizzando, l’invio di virus quali: trojan, malware, worm e chi che sia costituisce reato ed è punibile secondo i crimini informatici;
  • Abbi rispetto di chi ti circonda, anche in rete, soprattutto se di cultura, religione, orientamento sessuale, orientamento politico o semplicemente se differiscono dalla tua nazionalità, ogni tipo di discriminazione sociale è l’apologia di certe ideologie politiche non sono in alcun modo tollerate, e non solo rischieresti i vari ban, ma rischieresti anche di esser denunciato.

 

Tutte queste regole come già specificato non solo ed esclusivamente regole di buon senso, spesso sono anche delle vere e proprie norme regolamentate dalla legge che possono esser severamente punite per vie legali, per tanto, contribuisci a rendere il web un posto migliore, come faresti per la tua città, per il tuo quartiere e per casa tua.


La Netiquette e il W3C

Nonostante la netiquette sia una linea filosofico-culturale molto apprezzata e discusso sul web, non sembra che il W3C ne sia particolarmente attratta o che abbia manifestato interessi nel volersi esprimere.
Il World Wide Web Consortium si occupa prevalentemente che concerne la parte tecnica relativa ai linguaggi di markup (HTML, CSS, XML, SVG, ecc…) e al modo in cui essi vengono interpretati dai browser e dai motori di ricerca (Google) ci premeva sottolineare questa cosa in quanto è un quesito comune all’interno del web, forse più al livello semantico che al livello tecnologico.